PRIMA VISIONE ASSOLUTA
Cuochi d'Italia 3
DA LUNEDì A VENERDì 1940

SILVIA STERZI - VENETO

Donna forte e intraprendente con una vita molta intensa

 

 

Laureata in medicina legale, ha poi deciso di dare spazio alla sua vera passione: la cucina. Di mattina lavora come medico e alla sera come cuoca. È molto determinata e ama cimentarsi in competizioni culinarie.

GIGI SANROCCO - BASILICATA

Sicuro di sé, ama essere sempre al centro dell'attenzione

 

 

Ha appreso la cucina tradizionale dalla madre che gestiva una trattoria e ha scritto un libro in cui ha raccolto diverse ricette di specialità del suo territorio. È anche proprietario di una palestra in cui insegna body building e spinning acrobatico.

PAOLO PRESUTTI - LAZIO

Appassionato di calcio e tifoso della Roma

 

 

Ha sempre lavorato nel settore dell'imprenditoria edile ma, pochi anni fa, ha aperto il suo ristorante. Ha una passione viscerale per gli ingredienti, parla con loro e mette un grande amore nel trattarli. Ama la musica rock e le canzoni ispirano i suoi piatti.

STEFANO BUTTAZZONI - FRIULI VENEZIA GIULIA

Abile preparato e soprattutto fuori dagli schemi

 

 

Non ama essere standarlizzato e il suo andare sempre controcorrente spesso non è visto di buon occhio nemmeno dai suoi colleghi che criticano la sua sperimentazione di abbinamenti spesso al limite.

FELICE CUZZOLA - CALABRIA

Buffo e allegro, ma in cucina è molto rigoroso ed esigente!

 

 

Diventa cuoco grazie al padre che lo accompagnava in vari locali per assaggiare i diversi piatti della tradizione. È lui che si occupa personalemnte della spesa per il suo ristorante e, in base alla freschezza degli ingredienti, decide cosa mettere menu.

SARA COLLOMB - VALLE D'AOSTA

Timida e si emoziona facilmente

 

 

Ha sempre lavorato nella sua regione, dove gestisce un ristorante insieme alla sorella gemella, e non conosce molto il resto della cucina italiana. Appassionata dei formaggi della Valle d'Aosta, la sua è una cucina genuina e casalinga. 

PETER GLASERER - TRENTINO ALTO ADIGE

Altoatesino sportivo e dall'accento marcato

 

 

Dopo aver girato il mondo è ritornato a lavorare nel ristorante dove aveva fatto il suo apprendistato perchè aveva nostalgia della sua terra e delle montagne. pratica diversi sport come sci di fondo e snowboard.

NICOLA RUSSO - PUGLIA

Foggiano autodidatta ha poi studiato e continua a studiare

 

 

Figlio di macellai da cinque generazioni, gestisce un ristorante insieme alla sorella dove, al piano inferiore, hanno anche un bistrot specializzato in prodotti tipici per continuare l'esperienza gastronomica da casa propria.

LINA RUSSO - CAMPANIA

Con la sua cucina mediterranea si è fatta apprezzare dalla clientela di tutto il mondo

 
 

 

Campana verace originaria di Gragnano si è trasferita a Capri per seguire il marito. Qui ha lavorato prima in una mensa scolastica e poi come chef a domicilio per eventi. Per lei la cucina è una forma di riscatto per tutti i cuochi che l'hanno ostacolata.

ALESSANDRO FALCHI - SARDEGNA

Appassionato e curioso è sempre alla ricerca di nuovi spunti

 
 

 

Lavora come personal chef e saltuariamente in ristoranti della sua zona, facendo anche corsi di cucina. Ha studiato lettere e filosofia ma, dopo aver frequentato un corso di cucina, ha scoperto la passione per questo mestiere e l’amore per il suo territorio. 

HELIOS GNOFFO - SICILIA

Palermitano brillante e curioso

 

 

Ha lavorato insieme alla compagna per 10 anni su yatch e barche a vela in giro per il mondo. Sono tornati a Palermo dove hanno aperto una osteria. É appassionato della cucina dei Monzù: una cucina antichissima che si faceva a corte. 

PIETRO MALLEGNI - TOSCANA

Cuoco artista e bohemien

 

 

Ha svariati interessi: ha studiato flauto traverso, era il cantante di una band e ha pubblicato due libri di poesie. Si definisce un pessimista, utilizza un linguaggio forbito, è molto maturo per la sua età e già un figlio di pochi mesi. 

MIRKO BALESTRI - EMILIA ROMAGNA

Romagnolo autodidatta, ama le sfide e dice di non temere nessuno

 

 

Prima di fare il cuoco è stato metalmeccanico. Ha una predilezione per la cucina di mare, è molto attento all’impiattamento e definisce la sua cucina una nouvelle cusine con sostanza. Cresciuto a contatto con la tradizione non ama molto rivisitarla. 

STEFANIA DI PASQUO - MOLISE

Laureata in economia, ha deciso di cambiare vita

 

 

Ha lavorato in un'mpresa edile per anni, poi, ristrutturando il casale della nonna, le è venuta voglia di aprire un suo ristorante. Usa materie prime del territorio e, partendo da ricette della tradizione, ci mette sempre un suo tocco personale.

FIORELLA VISCONTI - LOMBARDIA

Elegantissima signora della bergamasca che ama il canto e i viaggi

 

 

Gestisce la trattoria che era del nonno e anche ora è a conduzione familiare e vi lavorano i suoi figli. Il piatto a cui è più legata sono i casoncelli, li prepara personalmente e le ricordano la storia che le raccontava in dialetto la nonna. 

VITTORIO OTTAVI - UMBRIA

Molto competitivo, ama studiare e detesta perdere!

 

 

Gestisce un ristorante di pesce e la sua cucina è molto influenzata dalla tradizione umbra. E’ convinto che la sua regione sia ricca di eccellenti materie prime ma che la poca apertura mentale abbia impedito una sana contaminazione con le altre regioni. 

GIUSEPPE SARDI - PIEMONTE

Cuoco per passione si definisce il re dei risotti

 

 

Il suo ristorante è il più storico della provincia di Alessandria, ha 111 anni ed è suo da 41, e conosce molto bene i piatti della tradizione piemontese. Ha cucinato il risotto per ben 3200 persone e ha preparato quello più piccolo del mondo: 40 chicchi.

JEAN PIERRE SORIA - ABRUZZO

Buffo, originale e ama rilassarsi con lo yoga

 

 

Ha aperto il suo ristorante 17 anni fa e prepara principalmente piatti della cucina tipica abruzzese.s Ama però cimentarsi in sperimentazioni arrivando anche alla cucina molecolare. Oltra a cucinare è un appassionato d’arte e gli piace acquistare quadri.