I DELITTI DEL BARLUME

La loggia del cinghiale

Sabato 6 Ottobre 2115

STORIE "DA BAR" E OMICIDI

Filippo Timi nei panni di un barista con innate abilità da investigatore

Massimo (Filippo Timi), è un barista toscano un po’ burbero, che si rifiuta di fare un cappuccino dopo le 3 di pomeriggio e vorrebbe solo starsene tranquillo dietro il bancone del suo BarLume a Pineta. Il suo problema è che Pilade (Atos Davini), Aldo (Massimo Paganelli), Gino (Marcello Marziali) ed Emo (Alessandro Benvenuti), i quattro più irriducibili e attempati clienti del bar, non hanno le bocce o la briscola come hobby ma gli omicidi!

Nonostante tutti gli antidepressivi che ingurgita, Massimo è sempre più a terra e ossessionato dal pensiero della Tizi, ormai irraggiungibile. Per tirarlo su, i vecchini lo trascinano in un addio al celibato buffo e delirante organizzato dalla Loggia del Cinghiale, una banda di buontemponi di cui i quattro fanno parte. Peccato però che ci scappi il morto e tutti finiscano al commissariato. L’assassino non può che essere uno dei partecipanti alla festa, ma chi?  La Fusco non vuole crederci ma più va avanti nella ricostruzione della serata più si rende conto che il maggior indiziato è proprio Massimo che, per colpa di un cocktail micidiale di alcol e antidepressivi non ricorda più niente.