Live
GP Monster Energy
della Repubblica Ceca
Da sabato 10.30

TRIONFO DI MARQUEZ A BRNO

Strategia di gara impeccabile

Marc Marquez domina il Gran Premio di Repubblica Ceca a Brno. La Honda domina il GP della Repubblica Ceca facendo valere l'esperienza maturata nei precedenti test. Alle spalle dello spagnolo infatti il compagno di scuderia Daniel Pedrosa Maverik Vinales. Quarto Valentino Rossi, sesto Andrea Dovizioso.

La classifica MotoGp dopo Brno:

1 - Marquez 154

2 - Vinales 140

3 - Dovizioso 133

4 - Rossi 132

5 - Pedrosa 123

6 - Zarco 88

7 - Folger 77

8 - Petrucci 75

9 - Crutchlow 75

10 - Lorenzo 66

I cambi di gomme hanno caratterizzato la gara di ieri. Il più importante, quello decisivo, è stato effettuato da Marquez. Partito con le gomme soft, è passato quasi subito alle gomme slick per cambiare moto. Anche Rossi è rientrato ai box per passare alle slick, ma il cambio forse è avvenuto con tempistiche sbagliate: la decisione di Marquez di fermarsi subito si è rivelata vincente, perché nell’arco di quattro giri recupera lo svantaggio.
Leggermente fuori tempo invece il cambio di Rossi e Dovizioso, che dopo il cambio gomme si ritrovano rispettivamente in tredicesima e quattordicesima posizione, con un distacco oltre i 25 secondi da Marquez che non sono più riusciti a colmare. Un errore che si è rivelato decisivo, soprattutto per Rossi che sembrava avere un passo in grado di recuperare le Honda.
A caratterizzare la gara è stato Marc Marquez che ha voluto dedicare la sua vittoria ad Angel Nieto, leggenda del motociclismo scomparso tragicamente lo scorso 3 agosto dopo un incidente in quad a Ibiza.

Moto2, Luthi batte A. Marquez e Oliveira
Thomas Luthi (Khalex) ha preceduto lo spagnolo Alex Marquez e Miguel Oliveira (Ktm). Quarto Luca Marini (Forward Racing). La gara è stata interrotta a 7 giri dal termine per la forte pioggia con Mattia Pasini e Franco Morbidelli davanti a tutti.

Moto3, Mir sempre più leader del Mondiale
Juan Mir (Honda) ha vinto in Moto3 precedendo in volata Romano Fenati (Honda) e Aron Canet (Honda). Mir allunga in classifica portandosi a quota 190 punti davanti agli stessi due piloti.