PRIMA VISIONE ASSOLUTA
Cuochi d'Italia
dal lunedì al venerdì 1830

LUCIA ANTONELLI - EMILIA ROMAGNA

Vivacissima, autodidatta e ha imparato tutto dai libri di cucina

 

 

Da 27 anni gestisce il ristorante della famiglia del marito aperto quasi 50 anni fa. La sua cucina è spontanea e tradizionale e nel 2014 ha vinto un importante premio per il miglior tortellino.

CIRO DEL PEZZO - LAZIO

Ambizioso, determinato, permaloso, ironico, sicuro di sé e amante della gara

 

 

Il suo background culinario nasce nelle cucine dei ristoranti romani e si evolve in ristoranti stellati dove la cucina romana la fa da padrona. Per una serie di eventi si ritrova ora a gestire due ristoranti di cucina toscana con forti influenze laziali. 

MATTEO ZANUS - VENETO

Un buono dall'aspetto che inganna al quale non piacciono le ingiustizie

 

 

La passione per la cucina è nata grazie a nonna, mamma e zia alle quali chiede tutt’ora consigli. Ha fatto la gavetta in Francia e ha lavorato anche negli Stati Uniti. Ha un ristorante a Bassano del Grappa, ma sogna di aprirne uno a Los Angeles. 

VALENTINA SANTANICCHIO - UMBRIA

Grintosa, determinata e perfezionista, ma anche sensibile e umile


 

 

Vissuta sempre in campagna, perché i suoi genitori hanno un’azienda agricola, ha una mentalità da imprenditrice e si sente di rappresentare il mondo delle donne che lavorano in prima linea. Ha un ristorante nella piazza centrale di Orvieto.

MIRELLA PARIS - TRENTINO ALTO ADIGE

Una contadina brillante e umile, che ama la sua terra

 

 

Fin da bambina Mirella si occupava dei campi insieme al padre. Nel suo "Agritur Mirella" aperto 25 anni fa, cucina i prodotti del suo orto e dei suoi terreni. Per lei la cucina non deve camuffare ma deve lasciare i sapori così come la natura li dona.

LORENZO ZAPPI - MARCHE

Positivo, divertente e con il sogno di farcela per la sua famiglia

 

 

La sua vita è fatta solo di cucina, figli e fidanzata. Secondo Lorenzo la regione delle Marche ha tutto dal punto di vista gastronomico ma il problema è rappresentato dai marchigiani che sono troppo chiusi e poco recettivi nei confronti delle novità culinarie.

PAOLO VIDOZ - FRIULI

Personaggione, spumeggiante, praticamente parla solo in dialetto e se ha un avversario davanti si burla di lui

 

 

Ex pugile famoso, dopo aver assaggiato le cucine di tutto il mondo è tornato alle origini e alla cucina tradizionale aprendo un agriturismo dal nome "Alla Madonna". Ha un orto di 2000 mq dove ci lavora anche la madre che ha 70 anni.

SILVIA CARDELLI - LIGURIA

Molto competitiva e sicura di sé si irrita facilmente se si mettono in discussione i sui piatti

 

 

Ha un suo ristorante dove fa cucina tradizionale con estetica delicata. Definisce i suoi piatti "felici" e la sua cucina è colorata e allegra. Donna forte e convinta delle sue idee, ci tiene molto a far risaltare la sua regione e soprattutto vuole vincere!

WALTER BRAMBILLA - LOMBARDIA

Milanese Doc da generazioni, ama i sapori di una volta

 

 

Gestisce una trattoria alle porte di Bergamo insieme a sua moglie e fa solo cucina regionale. Il suo piatto forte è la cassoeula che ha imparato a cucinare dalla mamma. È molto legato alla Lombardia, ma ha lavorato in diversi ristoranti in tutta Italia.

GIUSEPPE BONSIGNORE - SICILIA

Si definisce prima siciliano e poi italiano, è un autodidatta e va fiero di non avere avuto un maestro

 

 

Si vende molto bene ed è convinto delle proprie capacità. Lui e la moglie decidono di lasciare un lavoro a tempo indeterminato per aprire un ristorante a Licata. Nel suo locale lui "vende un’esperienza" e per mangiare da lui vengono da tutta l’Italia.