PRIMA VISIONE ASSOLUTA
Cuochi d'Italia
dal lunedì al venerdì 1830

LUCIA ANTONELLI - EMILIA ROMAGNA

Vivacissima, autodidatta e ha imparato tutto dai libri di cucina

 

 

Da 27 anni gestisce il ristorante della famiglia del marito aperto quasi 50 anni fa. La sua cucina è spontanea e tradizionale e nel 2014 ha vinto un importante premio per il miglior tortellino.

CIRO DEL PEZZO - LAZIO

Ambizioso, determinato, permaloso, ironico, sicuro di sé e amante della gara

 

 

Il suo background culinario nasce nelle cucine dei ristoranti romani e si evolve in ristoranti stellati dove la cucina romana la fa da padrona. Per una serie di eventi si ritrova ora a gestire due ristoranti di cucina toscana con forti influenze laziali. 

MATTEO ZANUS - VENETO

Un buono dall'aspetto che inganna al quale non piacciono le ingiustizie

 

 

La passione per la cucina è nata grazie a nonna, mamma e zia alle quali chiede tutt’ora consigli. Ha fatto la gavetta in Francia e ha lavorato anche negli Stati Uniti. Ha un ristorante a Bassano del Grappa, ma sogna di aprirne uno a Los Angeles. 

VALENTINA SANTANICCHIO - UMBRIA

Grintosa, determinata e perfezionista, ma anche sensibile e umile


 

 

Vissuta sempre in campagna, perché i suoi genitori hanno un’azienda agricola, ha una mentalità da imprenditrice e si sente di rappresentare il mondo delle donne che lavorano in prima linea. Ha un ristorante nella piazza centrale di Orvieto.

MIRELLA PARIS - TRENTINO ALTO ADIGE

Una contadina brillante e umile, che ama la sua terra

 

 

Fin da bambina Mirella si occupava dei campi insieme al padre. Nel suo "Agritur Mirella" aperto 25 anni fa, cucina i prodotti del suo orto e dei suoi terreni. Per lei la cucina non deve camuffare ma deve lasciare i sapori così come la natura li dona.

LORENZO ZAPPI - MARCHE

Positivo, divertente e con il sogno di farcela per la sua famiglia

 

 

La sua vita è fatta solo di cucina, figli e fidanzata. Secondo Lorenzo la regione delle Marche ha tutto dal punto di vista gastronomico ma il problema è rappresentato dai marchigiani che sono troppo chiusi e poco recettivi nei confronti delle novità culinarie.

PAOLO VIDOZ - FRIULI

Personaggione, spumeggiante, praticamente parla solo in dialetto e se ha un avversario davanti si burla di lui

 

 

Ex pugile famoso, dopo aver assaggiato le cucine di tutto il mondo è tornato alle origini e alla cucina tradizionale aprendo un agriturismo dal nome "Alla Madonna". Ha un orto di 2000 mq dove ci lavora anche la madre che ha 70 anni.

SILVIA CARDELLI - LIGURIA

Molto competitiva e sicura di sé si irrita facilmente se si mettono in discussione i sui piatti

 

 

Ha un suo ristorante dove fa cucina tradizionale con estetica delicata. Definisce i suoi piatti "felici" e la sua cucina è colorata e allegra. Donna forte e convinta delle sue idee, ci tiene molto a far risaltare la sua regione e soprattutto vuole vincere!

WALTER BRAMBILLA - LOMBARDIA

Milanese Doc da generazioni, ama i sapori di una volta

 

 

Gestisce una trattoria alle porte di Bergamo insieme a sua moglie e fa solo cucina regionale. Il suo piatto forte è la cassoeula che ha imparato a cucinare dalla mamma. È molto legato alla Lombardia, ma ha lavorato in diversi ristoranti in tutta Italia.

GIUSEPPE BONSIGNORE - SICILIA

Si definisce prima siciliano e poi italiano, è un autodidatta e va fiero di non avere avuto un maestro

 

 

Si vende molto bene ed è convinto delle proprie capacità. Lui e la moglie decidono di lasciare un lavoro a tempo indeterminato per aprire un ristorante a Licata. Nel suo locale lui "vende un’esperienza" e per mangiare da lui vengono da tutta l’Italia.

EMILIANO ROSSI - TOSCANA

Personaggio snob che ha dedicato la sua vita alla cucina e alla ricerca di prodotti e come combinarli tra loro

 

 

Ha soli 21 anni apre il suo primo ristorante. Da più di 20 gestisce l’Osteria del Teatro che ha sede in uno dei palazzi più antichi di Cortona, il palazzo «Cortellini» che era sede del capitano della guardia del comune di Cortona.

GENA IODICE - CAMPANIA

Determinata, autoritaria, molto colta e con una forte personalità

 

 

Cuoca di grande tradizione, lavora nel ristorante di famiglia che ha aperto la nonna nel 1948. Laureata in lettere ha poi deciso di diventare chef realizzata anche nella vita privata. Ha due figli che studiano, ma che prenderanno il ristorante al suo posto.

ANTONIO GIOVACCHINO - ABRUZZO

Rustico, verace, a volte buffo, molto espressivo e follemente innamorato della tua terra

 

 

Appassionato di tutto ciò che riguarda le tradizioni e le arti contadine, Antonio ha un ristorante di cucina prettamente tipica abruzzese in un piccolo paese di soli mille abitanti.

GIOVANNI BATTISTA GUASTAMACCHIA - BASILICATA

Molto competitivo e abituato a confrontarsi, rappresenta la sua regione con attitudine politica

 

 

Ha un ristorante a Matera ed è il team manager dei cuochi della Federazione Italiana Basilicata grazie al quale gira il mondo rappresentando la sua regione e la sua cucina.  Giovanni è molto creativo e spinto da una forte passione per quello che fa.

MARCO BECHAZ - VALLE D'AOSTA

Schietto e molto convinto di sé, ha un rapporto di amore e odio con la sua regione

 

 

É sempre alla ricerca di nuove forme di cucina, anche se ha pagato care queste sperimentazioni arrivando a dover chiudere il suo ristorante. Nel 2014 ha vinto il premio di miglior cuoco della Val D’Aosta.

IPPAZIO TURCO - PUGLIA

Stravagante nell’aspetto ha una risata buffa e contagios

 

 

Lavora da quando ha 12 anni ed è un cuoco tradizionale ma innovativo. Si definisce "lo chef del colore" perché ama dare gioia e colore ai suoi piatti utilizzando tutti gli ortaggi che ha a disposizione, più di tutti la barbabietola. Si sente come un pittore.

FEDERICO RAVOT - SARDEGNA

Molto comunicativo, simpatico, spigliato e si considera una persona umile e onesta

 

 

Figlio di Antonio Ravot, ex calciatore di seria A del Cagliari, fin da piccolo Federico gioca a calcio ma ciò che veramente lo appassiona è la cucina. Il suo obiettivo è diventare uno dei cuochi migliori d’Europa e perché no, del mondo!

BOBO VINCENZI - MOLISE

Severo e maniaco della perfezione ama i prodotti tipici della terra che lo ha adottato

 

 

Appassionato di cucina fin da piccolo, ha un ristorante che si chiama Ribo gestito insieme alla moglie. In cucina è autoritario e per lui ci sono tre regole: cuore, testa e mani. Se rispettate verrà fuori un buon piatto.

FABRIZIO REBOLLINI - PIEMONTE

Uomo di altri tempi, un ragazzone di campagna rilassato e felice

 

 

Vive in un piccolo paese di pochi abitanti dove è titolare di un ristorante storico aperto dai suoi bisnonni nel 1919. Per questo motivo ha una forte conoscenza dei piatti tradizionali e delle loro storie. Cucina col sorriso e ovviamente con i tempi di una volta.

AGNESE GIGLIOTTI - CALABRIA

Una giovane cuoca determinata a rinnovare "l'idea della cucina calabra"

 

 

Cucina da 2 anni, e da 5 mesi è Chef.  Utilizza quasi esclusivamente i prodotti locali che provengono dalla sua azienda agricola ma ama provare a rivisitarli attraverso tecniche di cottura innovative.