Serie TV

I delitti del Barlume

Martedì 2115

ANCORA UN NUOVO MISTERO

Ci sarà un legame tra la morte di un mago e la scomparsa di una donna?

Massimo Viviani (Filippo Timi) è un barista toscano un po’ burbero, che si rifiuta di fare un cappuccino dopo le 3 di pomeriggio e vorrebbe solo starsene tranquillo dietro il bancone del suo BarLume.

Il problema è che Pilade (Atos Davini), Aldo (Massimo Paganelli), Gino (Marcello Marziali) ed Emo (Alessandro Benvenuti), i quattro più irriducibili e attempati clienti del bar, non hanno le bocce o la briscola come hobby ma gli omicidi!

Da bravo “barrista” Massimo finisce sempre per “impicciarsi” dei fatti altrui e con un intuito che somiglia molto al fiuto di un detective, finisce sempre per trovare, nelle conversazioni al limite della rissa della sua personale squadra di investigatori ottantenni, l’indizio giusto per risolvere il caso e trovare l’assassino che ogni volta sconvolge Pineta, il tranquillo paesino che ospita la scena.
Riuscirete a essere più abili e svelare il mistero prima dell’improbabile team del BarLume?
Tra una battuta in toscano e un’investigazione non proprio ortodossa, le risate si alternano alla tensione in questa imperdibile serie.

Nell’episodio “Azione e reazione” il nostro barista è alle prese con un nuovo caso di omicidio. Un turista russo, dopo aver bevuto un Cuba Libre al BarLume, stramazza a terra avvelenato. Sembra che l’uomo non avesse nemici intenzionati a porre fine alla sua vita e il dubbio che, la vittima doveva essere proprio Massimo, comincia a farsi avanti. Insieme alla Fusco, il barista investigatore comincerà ad indagare e, tra misteri, battibecchi e anziani impiccioni, si scoprirà chi è il colpevole.