DIFFERITA
Gran Premio Motul
della Comunità
Valenciana
15 novembre

MIR È CAMPIONE DEL MONDO CON UNA GARA DI ANTICIPO

Il podio di Valencia va a Morbidelli davanti a Miller e Pol Espargaró

ll giovane Joan Mir, 23enne di Palma di Maiorca vince il mondiale e lo dedica a chi in questo momento soffre nel mondo. Taglia il traguardo e mostra la sua sensibilità abbracciando a lungo la sua famiglia. Meritatissimo trionfo Suzuki, conquistato (dopo 20 anni) grazie alla sua maturità, lucidità e costanza e al supporto evidente del gruppo di lavoro, molto competente nel mettere a punto una moto che tutti invidiano per la qualità del telaio e motore. L’infortunio di Marc Marquez ha indubbiamente segnato questo mondiale, lasciando speranza e prospettiva per tutti di conquistare il titolo e Mir ha saputo dimostrare di saper cogliere l’attimo con  programmazione, strategia e valorizzazione delle competenze.


In Moto2 salgono sul podio gli spagnoli: primo Jorge Martin e poi Hector Garzo. Bez arriva terzo nonostante la gara spettacolare fino all’ultimo giro. Il campionato è ancora tutto da giocare. Speranze aperte per Bastianini, Lowes a -14 dalla vetta, Marini a -18, Bezzecchi a -23.

In Moto 3 vince Tony Arbolino davanti a Garcia e Fernandez e riapre la lotta al titolo mondiale che si deciderà settimana prossima, a Portimao, nell'ultima gara della stagione.