LIVE

Preliminari EL
Wolverhampton-Torino

29 agosto

L’EUROPA LEAGUE RESTA UN SOGNO PER IL TORINO

Il Wolverhampton segna due gol e il tentativo di Belotti non basta come biglietto d’ingresso alla fase dei gironi

Gli uomini di Nuno Espirito Santo hanno la meglio anche nel ritorno dei playoff di Europa League nonostante il buon inizio dei granata. Al 23esimo la prima occasione dei Wolves con Traore che conclude col destro ma Sirigu respinge. Al 30esimo i padroni di casa si portano in vantaggio grazie a Traore che supera Aina sulla destra e crossa verso Jimenez segnando il primo gol.

Nella ripresa gli uomini di Walter Mazzarri tentano la rimonta con il gol di Belotti che conclude in colpo di testa su calcio di punizione di Baselli. Poche illusioni per il Toro perchè, a distanza di un minuto, il Wolverhampton si riporta in vantaggio con Dendoncker che sfrutta una ribattuta di Sirigu, un palo e poi rete.

Il match finisce sul 2-1 per i Wolves che escludono il Torino dall'Europa League.

 

Gli inglesi hanno alle spalle una vittoria in Premier League con il Manchester United e dunque sono già alla seconda giornata di campionato ma il Toro ha dalla sua la grinta volta alla conquista della fase a gironi dell'Europa League e il vantaggio di una partita da giocare in casa. La squadra di Mazzarri ha già superato due turni preliminari, battendo prima il Debrecen e poi il Sachcer Salihorsk.

Per il Torino, il livello di difficoltà, rispetto alle partite già giocate, si alza notevolmente perché il Wolverhampton è una squadra del carattere decisamente tosto. L'ha dimostrato nella scorsa stagione, quando non si fece intimorire da nessuna delle grandi squadre. Tanti i giocatori validi in un gruppo che si schiera con un collaudatissimo 3-5-2, a partire dai due attaccanti, pericolosissimi soprattutto in ripartenza, Raul Jimenez e Diego Jota.

Degni di nota (da temere) ci sono anche Ruben NevesMoutinhoJonny Castro, autori delle azioni d'attacco dei Wolves. Eccezionale anche la velocità di Adama Traorè, usato anche contro il Manchester a partita in corso e bravissimo ad entrare subito nel match. Uno spaesato Patrick Cutrone, invece, che deve ancora prendere le misure: per l'ex rossonero esordio in maglia Wolvesproprio in Europa League,  che entra dalla panchina nella gara di ritorno con il Pyunik e solo per i minuti finali delle due partite di campionato.

Il ritorno è previsto per il 29 agosto.

 

Gli inglesi hanno alle spalle una vittoria in Premier League con il Manchester United e dunque sono già alla seconda giornata di campionato ma il Toro ha dalla sua la grinta volta alla conquista della fase a gironi dell'Europa League e il vantaggio di una partita da giocare in casa. La squadra di Mazzarri ha già superato due turni preliminari, battendo prima il Debrecen e poi il Sachcer Salihorsk.

Per il Torino, il livello di difficoltà, rispetto alle partite già giocate, si alza notevolmente perché il Wolverhampton è una squadra del carattere decisamente tosto. L'ha dimostrato nella scorsa stagione, quando non si fece intimorire da nessuna delle grandi squadre. Tanti i giocatori validi in un gruppo che si schiera con un collaudatissimo 3-5-2, a partire dai due attaccanti, pericolosissimi soprattutto in ripartenza, Raul Jimenez e Diego Jota.

Degni di nota (da temere) ci sono anche Ruben NevesMoutinhoJonny Castro, autori delle azioni d'attacco dei Wolves. Eccezionale anche la velocità di Adama Traorè, usato anche contro il Manchester a partita in corso e bravissimo ad entrare subito nel match. Uno spaesato Patrick Cutrone, invece, che deve ancora prendere le misure: per l'ex rossonero esordio in maglia Wolvesproprio in Europa League,  che entra dalla panchina nella gara di ritorno con il Pyunik e solo per i minuti finali delle due partite di campionato.

Il ritorno è previsto per il 29 agosto.

 

Gli inglesi hanno alle spalle una vittoria in Premier League con il Manchester United e dunque sono già alla seconda giornata di campionato ma il Toro ha dalla sua la grinta volta alla conquista della fase a gironi dell'Europa League e il vantaggio di una partita da giocare in casa. La squadra di Mazzarri ha già superato due turni preliminari, battendo prima il Debrecen e poi il Sachcer Salihorsk.

Per il Torino, il livello di difficoltà, rispetto alle partite già giocate, si alza notevolmente perché il Wolverhampton è una squadra del carattere decisamente tosto. L'ha dimostrato nella scorsa stagione, quando non si fece intimorire da nessuna delle grandi squadre. Tanti i giocatori validi in un gruppo che si schiera con un collaudatissimo 3-5-2, a partire dai due attaccanti, pericolosissimi soprattutto in ripartenza, Raul Jimenez e Diego Jota.

Degni di nota (da temere) ci sono anche Ruben NevesMoutinhoJonny Castro, autori delle azioni d'attacco dei Wolves. Eccezionale anche la velocità di Adama Traorè, usato anche contro il Manchester a partita in corso e bravissimo ad entrare subito nel match. Uno spaesato Patrick Cutrone, invece, che deve ancora prendere le misure: per l'ex rossonero esordio in maglia Wolvesproprio in Europa League,  che entra dalla panchina nella gara di ritorno con il Pyunik e solo per i minuti finali delle due partite di campionato.

Il ritorno è previsto per il 29 agosto.