Prima visione assoluta
Cuochi d'Italia 8
RIVIVI TUTTI I MOMENTI PIÚ EMOZIONANTI

SANDRA DUROUX
VALLE D’AOSTA

È una persona particolarmente allegra, sempre solare e dalla risata contagiosa.

 

 

È dedita alla cucina come pochi. Nei suoi piatti preferisce inserire pochi ingredienti ma sapientemente dosati, che regalano al palato di chi li assaggia la vera essenza dei sapori prettamente valdostani.

MARCO NITRIDE – CAMPANIA

Napoletano DOC, ma con un animo dandy che strizza l’occhio al mondo vegetariano e vegano.

 

 

Un gentlemen inglese con il cuore partenopeo. Ama stupire le sue bimbe e la sua metà non solo con grandi e prelibati piatti, ma anche con effetti speciali, infatti ha chiesto a sua moglie di sposarlo durante un concerto di Jovanotti.

FILIPPO MORETTI
EMILIA ROMAGNA

Sprizza gioia ed emilianità da tutti i pori, è un vero e proprio amante della sua terra.

 

 

Il suo sogno è aprire una “piccola tartufo valley”, ha una vera ossessione per questo preziosissimo tubero. A supportarlo e sopportarlo è sua moglie, della quale è innamoratissimo.

GIULIO PARROCCINI – LAZIO

Per lui la cucina è a capo di tutte le forme d’arte.

 
 

 

Lui ha fatto della tradizione il suo fiore all’occhiello. Il suo obiettivo è recuperare e sponsorizzare i prodotti del territorio, ed è fortemente convinto che siano i più buoni e i più genuini.

SERENA D’ALESIO – MARCHE

Lei è una donna serena di nome e di fatto…

 

 

È cresciuta in cucina e ha ereditato i segreti della cultura gastronomica della sua terra. Ai fornelli è una vera e propria guerriera e impiega tutte le sue energie per riuscire ad ottenere il meglio dai suoi piatti.

JACOPO SIMONE – PUGLIA

È un uomo deciso con la testa sulle spalle e le idee chiare.

 
 

 

Attraverso i suoi piatti racconta la sua terra, ma soprattutto vuole esprimere i sapori della Puglia, che ritiene unici e inconfondibili. Nel suo ristorante la genuinità è l’elemento principale.

BRUNO VIGNANELLI
FRIULI VENEZIA GIULIA

Sogna di aprire un locale di cucina tipica, con la sua compagna.

 

 

Si definisce un accumulatore seriale di cose vintage. Anche in cucina predilige la tradizione alla modernità: gli impiattamenti minimal, dice, sono belli da vedere, ma “se devo vedere una cosa bella vado al museo, se devo mangiare, invece, mangio!”.

ROCCO COSTANZO – SICILIA

Appassionato di storia, tanto che nel menù del suo ristorante a ogni piatto è associato un riferimento letterario alla sua amata Sicilia.

 
 

 

Originario di Capaci, vive e lavora a Rapallo, dove gestisce il suo ristorante insieme ai fratelli. Ama definirsi siciliano al 100%. Ai suoi clienti regala piccole pergamene che riportano delle poesie di autori siculi, che hanno scritto sul cibo.

WILLIAM PITZALIS – SARDEGNA

Ha due grandi malattie, come lui stesso le definisce: la cucina e il calcio.

 

 

Nella vita fa esattamente quello che ha sempre voluto fare: il cuoco per la squadra di calcio del Cagliari. Il suo grande sogno nel cassetto è aprire una cucina sociale e dare la possibilità a tanti ragazzi di conoscere il mondo della ristorazione.

LUCA CONDORELLI – PIEMONTE

È cresciuto in una famiglia dove la passione per la cucina si è tramandata senza interruzione dal bisnonno al papà.

 

 

La sua compagna è vegetariana e insieme si divertono a riprodurre i piatti della tradizione italiana in versione veg. Nel tempo libero si dedica alla pittura, hobby dal quale si lascia ispirare per la creazione dei suoi piatti.

LUCIO CONTESTABILE – MOLISE

Per lui la cucina è prima di tutto amore e tre sono gli ingredienti per un piatto ben riuscito: pazienza, volontà e cuore.

 
 

 

È una persona pacata, gentile e semplice. Nel tempo libero ama andare a raccogliere gli asparagi quando è stagione, per poi cucinarli nel suo ristorante “Per Bacco”. Ama inoltre visitare posti nuovi della sua regione, ancora inesplorati.

GERRY CALABRESE – TRENTINO

È un altoatesino con la A maiuscola. Ha ereditato, dice lui stesso, il rigore tedesco e la creatività italiana.

 
 

 

È un perfezionista e questo è il suo segreto. Non è mai soddisfatto, vuole sempre di più e punta sempre in alto. Vorrebbe realizzare il suo sogno, ovvero quello di riuscire a ottenere una stella Michelin.

GIOVANNI D’AURIA – LOMBARDIA

Punta sempre a ottenere il massimo dal suo lavoro e non ama arrivare secondo.

 

 

Lui è il proprietario del “ristorante Giò”, dove cucina prevalentemente piatti a base di pesce, cambiando il menù ogni tre mesi. Giovanni punta tutto sulla qualità delle materie prime e vuole diventare un punto di riferimento della scena bergamasca. 

SILVIA CHINOLI – TOSCANA

Riesce con pochi gesti decisi a raccontare la tradizione della cucina tradizionale toscana.

 
 

 

Lei è una cuoca giovanissima, ha iniziato da poco più di 6 anni, ma riesce con pochi gesti decisi a raccontare la tradizione della cucina tipica toscana. La sua terra le regala prodotti genuini grazie ai quali i suoi piatti hanno tutto un altro sapore.

MATTEO DI PANFILO – ABRUZZO

Si definisce un tipo esplosivo, vulcanico, genio e sregolatezza, uno che al suo lavoro dedica anima e corpo.

 

 

Si divide tra la stagione estiva sulla costa teramana e quella invernale sulle Dolomiti. Sogna di aprire un ristorante di cucina tipica abruzzese e di sviluppare quella che lui chiama la “cucina emozionale”, dove ogni piatto è ispirato a uno stato d’animo.

SALVATORE ABBENANTE
CALABRIA

Scanzonato, vivace e allegro.

 

 

Si definisce piccolo, ma agile. Nel tempo libero, infatti, ama andare a cercare i funghi nei boschi della Sila e a ballare salsa e merengue con la sua dolce metà. Non c’è un piatto della tradizione italiana o straniera che lo spaventi.

CRISTINA CARBONE – UMBRIA

Riconosce di essere una tosta: le piace dare ordini e si definisce un generale soprattutto in cucina.

 

 

A soli 25 anni ha convinto i genitori a metter su da zero il ristorante di cui ancora oggi è titolare, La Taverna del Perugino, dove si assaggiano solo piatti della tradizione umbra a base di prodotti rigorosamente locali.

CANIO TELESCA – BASILICATA

Canio è un giovane cuoco lucano, appassionato di cucina sin da piccolissimo.

 
 

 

È un maniaco dei tatuaggi, ciascuno richiama il tema della cucina. Solare e con una vita un po’ caotica, sogna di trovare la donna giusta con cui creare la sua famiglia, per poter tramandare ai suoi figli la passione per la cultura e la cucina della sua terra.

PATRIZIA DEL PONTE – VENETO

Lei è una donna che ha abbandonato tutto, le sue abitudini, il suo parrucchiere e la sua vita di città per andare a vivere in campagna!

 

 

È piena di vita e di amore per la sua cucina e per la sua famiglia che da sempre la sostiene, non ha paura di nulla Patrizia soprattutto, non ha paura di sporcarsi le mani in cucina senza mai abbandonare però il suo preziosissimo coiffeur.

IDRISSA KABORE’ - LIGURIA

Ha un grande dono: è un cittadino del mondo ma, con lo spirito del ligure doc!

 

 

Cresciuto a croxette, pesto e focaccia è determinato a portare avanti la sua regione e a far assaggiare a tutti i grandi piatti della tradizione che la sua mamma genovese gli ha insegnato a preparare.